Servizi anagrafici - Comune di Cerete

Comune | Uffici Comunali | Anagrafe, stato civile leva e elettorale | Servizi anagrafici - Comune di Cerete

Servizi anagrafici

Referente: Francesca Podda

Orari di apertura al pubblico:
lunedì:
dalle ore 9:30 alle ore 12:30
martedì: dalle ore 9:30 alle ore 12:30
mercoledì: dalle ore 9:30 alle ore 12:30
giovedì: dalle ore 9:30 alle ore 12:30 dalle ore 14:00 alle ore 17:00
venerdì: dalle ore 9:30 alle ore 12:30
sabato: dalle ore 9:30 alle ore 12:30

 

Testo unico sulla documentazione amministrativa - novità -

E' vietato chiedere certificati: le amministrazioni pubbliche e i gestori di servizi pubblici (ad esempio ENEL, Poste, ...) non possono più chiedere ai cittadini i certificati, ma dovranno accettare le autocertificazioni o acquisire i dati direttamente. Attenzione: i tribunali non sono tenuti ad accettare le autocertificazioni e non è possibile, in ogni caso, usare l'autocertificazione per certificati sanitari, veterinari, di marchi e brevetti.

E' data facoltà ai soggetti privati (ad esempio banche, notai, assicurazioni, ....) di accettare l'autocertificazione.
Le firme sulle istanze e sulle dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà rivolte alla pubblica amministrazione ed ai gestori di servizi pubblici non devono essere autenticate. L'autentica della firma rimane soltanto per le domande che richiedono la riscossione dei benefici economici da parte di altre persone e per le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà da presentare ai privati.

Le dichiarazioni di chi si trova in una condizione di temporaneo impedimento per ragioni di salute possono essere rese da un parente prossimo (il coniuge o in sua assenza i figli, o in mancanza, un altro parente fino al 3° grado) davanti a un pubblico ufficiale, previo accertamento dell'identità di chi fa la dichiarazione, facendo menzione delle cause dell'impedimento.

La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà consiste in una libera dichiarazione riguardante fatti, stati e qualità personali che sono a diretta conoscenza dell'interessato.Non si possono sostituire con una dichiarazione gli atti notori che riguardano espressioni di volontà. In questi casi ci si può rivolgere ad un notaio.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (304 valutazioni)